IGS-icone

Test a numero chiuso all’università

Test a numero chiuso

Test a numero chiuso

Il test a numero chiuso per entrare nella facoltà che abbiamo sempre desiderato…. come affrontare questa prova? Ora vi spiegheremo come fare. Innanzi tutto il test a numero chiuso è un test altamente selettivo, quindi se sappiamo già da tempo, quale sarà la facoltà alla quale ci vorremo iscrivere è necessario che ci prepariamo al meglio. La preparazione al test può durare anche diversi mesi, in particolare per i test di medicina o veterinaria, giusto per fare un esempio, che sono gli stessi in tutta Italia.

Innanzi tutto iniziamo col dire che i test a numero chiuso prevedono una serie di domande, mediamente un centinaio, che devono essere svolte in un determinato lasso di tempo, in genere viene data un’ora, per poter svolgere il test. Le domande, che saranno a risposta multipla, non saranno limitate alla materia che noi vogliamo andare a studiare all’università  ma saranno, per lo più, di cultura generale. Tra le domande poi ce ne saranno alcune specifiche legate alle materie più vicine alla facoltà scelta, per medicina avremo, ad esempio, domande di chimica, di biologia, ma anche di matematica e fisica, di italiano e grammatica, insomma, ce n’è un po’ per tutti.
I quesiti saranno, per lo più, su cose studiate durante gli anni delle superiori, ma altre domande ci potranno sembrare davvero impossibili, perché trattano di cose che noi non abbiamo mai studiato. Quindi, come fare?
Non c’è problema, ci sono alcuni manuali, che vengono in nostro aiuto, e servono proprio per la preparazione ai vari test, di diversi corsi di laurea.
I migliori sono quelli della casa editrice Hoepli e di Alphatest.
Questi libri ci offrono un aiuto per prepararci al meglio, ad affrontare il test, e ci danno la possibilità di poter svolgere esempi di prova.
Collegandoci sui siti internet :
www.hoepli.it
www.alphatest.it
E’ possibile, inoltre, effettuare, gratuitamente, una serie di prove di simulazione su come sarà il test. Ci saranno delle domande simili a quelle che potranno uscire nel test, e ci sarà lo stesso tempo che avremo durante il test, una specie di prova generale insomma.
Lo sappiamo l’ultimo anno di liceo, tra prove, interrogazioni ed esami di maturità, è davvero impossibile prepararsi pure per il test di ammissione all’università  però appena terminata la maturità possiamo dedicarci al test.
I vari test sono molto selettivi, quindi, se desideriamo davvero immatricolarci in quel determinato corso di laurea dobbiamo impegnarci seriamente, studiando tutte le materie affini a quel corso ed esercitandoci il più possibile, con le simulazioni per il test ed i manuali.
Noi, inoltre, ci permettiamo di darvi un consiglio: c’è sempre la possibilità di non superare il test, cosa faremo in quel caso? Perderemo un anno accademico?
Non ci sembra proprio il caso. Nel momento dell’iscrizione vi consigliamo di mettere come seconda scelta, o come prima scelta, presso un altro ateneo, un altro corso di laurea, magari dove non sia previsto alcun test per essere ammessi. Questa scelta sarà un po’ come un paracadute, della serie non perdiamo nulla. Se supereremo il nostro test, andrà tutto per il meglio, in caso contrario, ci immatricoleremo in quest’altro corso e l’anno prossimo rifaremo sempre la prova, magari continuando a studiare per il test di ammissione. Per la scelta di questo secondo corso di laurea, sarebbe meglio cercare di optare per un corso affine al “nostro” in modo che, volendo, l’anno prossimo, se poi supereremo il test potremo anche integrare qualche esame.
Ragazzi, l’importante come sempre è impegnarci al massimo, per superare questo test, come per superare tutte le prove della vita.

Molte cose che sono difficili da progettare si dimostrano facili da realizzare.
Samuel Johnson